Banque Fonciere de la Noblesse a Tiflis

Costituzione: 1898

Banque Fonciere de la Noblesse a Tiflis
Nazione: Russia

ID: 36644

Una banca di terra di Tiflis iniziò nel 1874 come società di credito del pari della guberniya di Tiflis. La banca prestava anche a Baku, Yerevan e in altre città della regione del Caucaso. I prestiti venivano emessi due volte l'anno e i loro interessi variavano tra il 4,5% e il 6,5%. La banca fu nazionalizzata, ma non fino al 1921. Ora Tiflis è conosciuta come Tbilisi.

La rapina in banca Tiflis del 1907, nota anche come espropriazione di Piazza Erivansky,  fu una rapina a mano armata il 26 giugno 1907  nella città di Tiflis nel Governatorato di Tiflis nel Caucaso Vicereame dell'Impero russo (ora capitale della Georgia, Tbilisi). Una spedizione in contanti bancaria fu rubata dai bolscevichi per finanziare le loro attività rivoluzionarie. I ladri hanno ... Altro

IDImmagineProvinciaEmissioneTaglioRaritàValore
A-36644Banque Fonciere de la Noblesse a Tiflis-1Tiflis18981 obbligazione di 100 RubliR1 (Più di 5000 pezzi)S1 (da 0 a 25 €)
B-36644Banque Fonciere de la Noblesse a Tiflis-2Tiflis19071 obbligazione di 1.000 RubliR2 (1001-5000 pezzi)S2 (da 26 a 50 €)

Una banca di terra di Tiflis iniziò nel 1874 come società di credito del pari della guberniya di Tiflis. La banca prestava anche a Baku, Yerevan e in altre città della regione del Caucaso. I prestiti venivano emessi due volte l’anno e i loro interessi variavano tra il 4,5% e il 6,5%. La banca fu nazionalizzata, ma non fino al 1921. Ora Tiflis è conosciuta come Tbilisi.

La rapina in banca Tiflis del 1907, nota anche come espropriazione di Piazza Erivansky,  fu una rapina a mano armata il 26 giugno 1907  nella città di Tiflis nel Governatorato di Tiflis nel Caucaso Vicereame dell’Impero russo (ora capitale della Georgia, Tbilisi). Una spedizione in contanti bancaria fu rubata dai bolscevichi per finanziare le loro attività rivoluzionarie. I ladri hanno attaccato una diligenza bancaria e la polizia e i soldati circostanti, usando bombe e pistole mentre la diligenza trasportava denaro attraverso Piazza Erivansky (ora Piazza della Libertà) tra l’ufficio postale e il ramo Tiflis della Banca di Stato dell’Impero russo. L’attacco ha ucciso quaranta persone e ne ha ferite altre cinquanta, secondo i documenti ufficiali dell’archivio. I ladri sono fuggiti con 341.000 rubli (equivalenti a circa 3,96 milioni di dollari nel 2018).

La rapina è stata organizzata da un certo numero di bolscevichi di alto livello, tra cui Vladimir Lenin, Joseph Stalin, Maxim Litvinov, Leonid Krasin e Alexander Bogdanov, ed eseguito da un partito di rivoluzionari guidato dal primo associato di Stalin Ter-Petrosian (Kamo), anche noto come Robin-Hood caucasico. Poiché tali attività sono state esplicitamente vietate dal 5 ° Congresso del Partito socialdemocratico russo (RSDLP), la rapina e gli omicidi hanno causato indignazione all’interno del partito contro i bolscevichi (una fazione all’interno del RSDLP). Di conseguenza, Lenin e Stalin hanno cercato di prendere le distanze dalla rapina.

Gli eventi riguardanti l’incidente e simili rapine hanno diviso la leadership bolscevica, con Lenin contro Bogdanov e Krasin. Nonostante il successo della rapina e la grande somma in questione, i bolscevichi non potevano usare la maggior parte delle grandi banconote ottenute dalla rapina perché i loro numeri di serie erano noti alla polizia. Lenin concepì un piano per far sì che vari individui incassassero contemporaneamente le grandi banconote in varie posizioni in tutta Europa nel gennaio del 1908, ma questa strategia fallì, provocando numerosi arresti, pubblicità in tutto il mondo e reazioni negative da parte di socialdemocratici in altre parti d’Europa.

Kamo fu catturato in Germania poco dopo la rapina, ma evitò con successo un processo penale fingendo pazzia per più di tre anni. Riuscì a fuggire dal suo reparto psichiatrico ma fu catturato due anni dopo mentre stava pianificando un’altra rapina. Kamo fu quindi condannato a morte per i suoi crimini tra cui la rapina del 1907, ma la sua condanna fu commutata in ergastolo; fu rilasciato dopo la Rivoluzione del 1917. Nessuno degli altri principali partecipanti o organizzatori della rapina è mai stato processato. Dopo la sua morte, un monumento a Kamo fu eretto vicino a Piazza Erivansky nei giardini di Pushkin e Kamo fu sepolto sotto di esso. Il monumento fu successivamente rimosso e i resti di Kamo furono spostati altrove.

Chiudi il menu
Translate

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazioneAbilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.

>> Cookie Policy <<