Fabbrica Italiana Magneti Marelli

Costituzione: 8 ottobre 1919

Fabbrica Italiana Magneti Marelli

Pagine libro: 841, 1058

ID: 7550

La Fabbrica Italiana Magneti Marelli Spa è stata costituita nel 1919 ed è stata quotata in borsa nel 1948. E' stata cancellata dal listino nel 1995. Il capitale sociale alla costituzione era di L. 7.000.000.

La Magneti Marelli è un'azienda italiana che fabbrica alternatori, batterie per auto, bobine, centraline, navigatori, quadri di bordo, sistemi elettronici, sistemi di accensione, sistemi di scarico e sospensioni per auto e motoveicoli.

La fondazione dell'azienda risale al 1919, col nome di F.I.M.M. - Fabbrica Italiana Magneti Marelli, frutto di una joint-venture tra la FIAT e la Ercole Marelli. Il primo stabilimento era localizzato a Sesto San Giovanni, alle porte di Milano.

Dopo un inizio dedicato alla componentistica per auto, le a... Altro

ID Immagine Stampatore Provincia Emissione Taglio Rarità Valore
A-7550Fabbrica Italiana Magneti Marelli-1Officina Carte Valori Turati Lombardi e C. - MilanoMilano1919100 azioniR10 (3-5 pezzi)S7 (da 1.001 a 1.500 €)
B-7550Fabbrica Italiana Magneti Marelli-2Officina Carte Valori Turati Lombardi e C. - MilanoMilano194910 obbligazioniR3 (501-1000 pezzi)S3 (da 51 a 100 €)

La Fabbrica Italiana Magneti Marelli Spa è stata costituita nel 1919 ed è stata quotata in borsa nel 1948. E’ stata cancellata dal listino nel 1995. Il capitale sociale alla costituzione era di L. 7.000.000.

La Magneti Marelli è un’azienda italiana che fabbrica alternatori, batterie per auto, bobine, centraline, navigatori, quadri di bordo, sistemi elettronici, sistemi di accensione, sistemi di scarico e sospensioni per auto e motoveicoli.

La fondazione dell’azienda risale al 1919, col nome di F.I.M.M. – Fabbrica Italiana Magneti Marelli, frutto di una joint-venture tra la FIAT e la Ercole Marelli. Il primo stabilimento era localizzato a Sesto San Giovanni, alle porte di Milano.

Dopo un inizio dedicato alla componentistica per auto, le attività si ampliarono presto sia in campo internazionale con l’apertura di sedi a Parigi, Londra e Bruxelles, sia nel diversificare la produzione agli impianti di illuminazione e di avviso sonoro per veicoli, sia nel campo della costruzione di apparecchi radio e tv con la creazione della RadioMarelli e della Fivre (Fabbrica Italiana Valvole Radio Elettriche).

La seconda guerra mondiale con i bombardamenti ai più importanti stabilimenti dell’azienda creò un periodo di crisi dalla quale la Magneti Marelli uscì abbastanza rapidamente e nel 1967 la Fiat acquistò le quote in possesso della Ercole Marelli.

Nel 1991 lanciò senza successo il sistema Securvia.

Il gruppo Magneti Marelli ha nel corso del tempo assorbito diverse aziende anche note, come la Automotive Lighting, la Carello, la Solex, la Weber e la Ergom automotive.

Translate