Alitalia

Costituzione: 16 settembre 1946

Alitalia
Nazione:

Pagina libro: 1095

ID: 11191

La compagnia è stata costituita nel 1946 ed è stata ammessa alle quotazioni in borsa nel 1968. Il capitale sociale iniziale era di L. 250.000.000.

Alitalia - Linee Aeree Italiane S.p.A., nell'ultimo periodo di vita conosciuta come Alitalia - Linee Aeree Italiane S.p.A. in amministrazione straordinaria, è stata la compagnia aerea di bandiera italiana con sede a Roma e facente capo al Gruppo Alitalia. Effettuava servizi di trasporto passeggeri e merci verso destinazioni nazionali, internazionali e intercontinentali. Le sue basi principali erano l'aeroporto di Roma-Fiumicino e l'Aeroporto di Milano-Malpensa. A seguito della procedura concorsuale, parte dei cespiti, tra cui il marchio Alitalia, sono stati acquisiti dalla CAI - Compagnia Aerea Italiana.Altro

ID Immagine Stampatore Provincia Emissione Taglio Rarità Valore
A-11191Alitalia-1Officina Carte Valori Staderini - RomaRoma19685 azioni--

La compagnia è stata costituita nel 1946 ed è stata ammessa alle quotazioni in borsa nel 1968. Il capitale sociale iniziale era di L. 250.000.000.

Alitalia – Linee Aeree Italiane S.p.A., nell’ultimo periodo di vita conosciuta come Alitalia – Linee Aeree Italiane S.p.A. in amministrazione straordinaria, è stata la compagnia aerea di bandiera italiana con sede a Roma e facente capo al Gruppo Alitalia. Effettuava servizi di trasporto passeggeri e merci verso destinazioni nazionali, internazionali e intercontinentali. Le sue basi principali erano l’aeroporto di Roma-Fiumicino e l’Aeroporto di Milano-Malpensa. A seguito della procedura concorsuale, parte dei cespiti, tra cui il marchio Alitalia, sono stati acquisiti dalla CAI – Compagnia Aerea Italiana.

Il 16 settembre del 1946 viene fondata a Roma con capitali privati la Alitalia-Aerolinee Internazionali Italiane, che adotta come simbolo una “freccia alata”. L’avvio dell’operatività avviene il 5 maggio del 1947 con un trimotore Fiat G.12 “Alcione”, pilotato da Virgilio Reinero, con un volo da Torino a Roma e poi a Catania. Il 6 luglio dello stesso anno, il Savoia-Marchetti S.M.95 “Marco Polo” effettua il primo collegamento internazionale, da Roma a Oslo con a bordo 38 marinai norvegesi. A marzo dell’anno successivo (1948), con un Lancastrian viene inaugurata la prima tratta intercontinentale, un volo di 36 ore: Milano, Roma, Dakar, Natal, Rio de Janeiro, San Paolo, Buenos Aires.

Verso la fine del 1949, la flotta viene completamente rinnovata: con quattro Douglas DC-4, acquistati dalla Pan Am. Nel 1950, entrano in servizio le prime hostess, che indossano delle divise create dalle sorelle Fontana. Il 31 ottobre 1957, l’IRI impone la fusione tra l’Alitalia e la LAI – Linee Aeree Italiane, altra compagnia di proprietà statale, nasce così l’Alitalia-Linee Aeree Italiane, la nuova compagnia diventa quindi l’unica compagnia aerea di bandiera italiana, la base d’armamento è all’aeroporto di Roma-Ciampino.

Il 1960 è un anno che segna la definitiva affermazione della compagnia, che diventa anche il vettore ufficiale delle Olimpiadi di Roma. Sempre nello stesso anno, entrano in flotta i primi aerei a reazione (Douglas DC-8 e Sud Aviation Caravelle) e per la prima volta vengono trasportati un milione di passeggeri. La base d’armamento viene trasferita presso l’aeroporto di Roma-Fiumicino, aperto ufficialmente l’11 gennaio del 1961, e vengono inaugurati anche il “Centro Addestramento Personale Navigante” e la “Città del Volo”.

Il 3 giugno 1964 nasce a Napoli l’ATI Aero Trasporti Italiani, filiale di Alitalia, per operare sulla rete nazionale. Nel 1965, la compagnia supera i tre milioni di passeggeri trasportati ed entrano in flotta i DC-9/30, a bordo dei quali per la prima volta vengono serviti pasti caldi. Nel 1967, Alitalia abbandona la sede “storica” di via Maresciallo Pilsudski e si trasferisce al grattacielo dell’EUR.

Nel 1969, l’Alitalia è la prima compagnia aerea europea a volare con una flotta di soli velivoli a reazione, e contestualmente decide di rinnovare la propria identità visiva: in questi anni, gli aerei della flotta presentano una livrea bianca e grigia, con una fascia composta da cinque linee azzurre e due nere che corre all’altezza dei finestrini. Gli impennaggi sono pellicolati coi colori della bandiera italiana e la dicitura Alitalia (scritta in caratteri maiuscoli) è apposta al centro della fusoliera, al di sopra della fascia dei finestrini. L’incarico di rinnovare l’immagine della compagnia viene affidato allo studio grafico Landor & Associates di San Francisco, il cui lavoro è destinato ad avere una lunga fortuna: il vecchio logo della freccia alata viene sostituito dalla lettera A, modellata a somiglianza dell’impennaggio di un aereo, e colorata nelle tinte della bandiera italiana. Le fusoliere degli aerei vengono ridipinte di bianco, con una larga fascia verde (in gergo cheatline) all’altezza dei finestrini, che si allunga dallo stabilizzatore di coda fino al muso.

Il 5 giugno 1970 entra in servizio il primo Boeing 747, chiamato “Neil Armstrong”, che viene impiegato sulla tratta Roma-New York. Nel 1973, entrano in servizio i trimotori McDonnell Douglas DC-10 per le tratte intercontinentali. Sempre nello stesso anno, la compagnia inizia a volare verso l’Estremo Oriente, aprendo una rotta verso Tokyo.

Nel 1980 nasce la scuola di volo di Alghero. Nel 1982, l’Alitalia trasporta 10 milioni di passeggeri. Negli stessi anni entrano in flotta i McDonnell Douglas MD-80 e gli Airbus A300/B4.

Nel 1993 trasporta il 38.7% dei passeggeri di voli internazionali ed è la terza compagnia aerea europea dopo Lufthansa e British Airways.

Nel giugno del 1991, la sede dell’Alitalia si trasferisce al Nuovo Centro Direzionale (NCD) alla Magliana. Nel dicembre dello stesso anno entrano in flotta i McDonnell Douglas MD-11 e nel 1994 gli Airbus A321, per lo sviluppo del medio raggio. In questi anni la compagnia raggiunge i 20 milioni di passeggeri trasportati.

Nel 1995 ha trasportato il 50% di tutti gli italiani che hanno preso un aereo.

Nel 1996, viene creata la società operativa Alitalia Team per la gestione di collegamenti a medio e lungo raggio a basso costo. Sempre nel 1996, nasce il primo sito web di Alitalia. Nel 1997 viene creata Alitalia Express, per sviluppare il trasporto regionale.

Una delle cause che ha prodotto la crisi di Alitalia, manifestatasi già a partire da metà anni 1990, si può ricercare nell’apertura del mercato, specie quello nazionale, alla concorrenza di nuovi vettori, in particolare low cost, alla riduzione delle tratte intercontinentali operate ed all’assenza di investimenti per adeguare la propria offerta alla domanda crescente.